Xiaomi Ninebot C30: arriverà in Italia?

Xiaomi con la sua divisione Ninebot, quella che si occupa di monopattini e mobilità elettrica, ha lanciato in Cina il Ninebot C30, scooter elettrico molto interessante per il grande pubblico che però, per alcune sue caratteristiche, potrebbe avere qualche difficoltà alla commercializzazione in Italia.

In attesa di notizie in merito ve lo mostriamo analizzandone le principali caratteristiche, che sono interessanti soprattutto per un uso urbano e si abbinano a un prezzo piccolo piccolo, come ci ha abituato la casa cinese.

Xiaomi C30: un mezzo per la micromobilità

Le grandi città cinesi sono il luogo perfetto per la mobilità elettrica: piene di grandi strade intasate di traffico, enormi e difficili da percorrere con l’automobile.
È quasi logico che gli scooter elettrici abbiano una grande diffusione in quel paese, e Xiaomi con la sua azienda Ninebot si sia tuffata su questo mercato, lanciando la gamma degli scooter elettrici della gamma C.

In commercio entreranno progressivamente, oltre al C30 che in Cina è già disponibile, C40, C60 e C80: il numero a fianco alla lettera indica semplicemente l’autonomia in km, mentre le caratteristiche tecniche dovrebbero rimanere comuni a tutti. Cominciamo a parlare dello Xiaomi Ninebot C30.

Lo scooter elettrico Xiaomi Ninebot C30 in una delle tante colorazioni disponibili

Si tratta di uno scooter leggero, e questo dovrebbe garantire un’ottima maneggevolezza: il peso è intorno ai 55kg, con una batteria rimovibile che nella versione del C30 pesa circa 6kg e la rende facilmente trasportabile per la ricarica alla presa di casa, che si completa in 6 ore.

La velocità massima prevista è di 25km/h, perfetto per rispondere alle esigenze del Codice della Strada italiano, e il motore è da 400W (e questo crea già qualche problema).

All’anteriore ha un freno a disco, mentre la ruota posteriore può essere frenata con il classico freno a tamburo, e presenta dotazioni interessanti soprattutto per quanto riguarda la dotazione elettrica: NFC per lo sblocco tramite smartphone, luci a LED e cruscotto digitale di discreta fattura e molto semplice.

I pedali posti all’inizio della pedana ricordano i vecchi motorini Ciao o Sì di Piaggio, e quanto sarebbe bello se l’azienda italiana tirasse fuori un mezzo del genere riprendendo le vecchie linee in chiave moderna, ma naturalmente con spinta elettrica!

Il prezzo al pubblico in Cina è estremamente basso, e forse è questa la cosa più interessante di questa uscita: al lancio, in fase di promozione, Xiaomi ha lanciato il C30 a un prezzo equivalente ai 250€, mentre oggi il prezzo è intorno ai 400€. Se mai il Ninebot C30 arrivasse in Italia la cifra da tirare fuori non sarebbe probabilmente così bassa, ma comunque competitiva.

Ninebot C30: può arrivare in Italia?

C’è qualche perplessità in merito alla possibilità che il C30, così come i suoi fratelli maggiori, possa arrivare in Italia. Perché?

Perché è un vero e proprio scooter: si tratta infatti di un motociclo con acceleratore, e a differenza delle ebike che nel nostro paese sono sempre più diffuse non è necessario che si applichi una spinta ai pedali per aumentare la velocità del mezzo.

Se Xiaomi vorrà commercializzare il Ninebot C30 dovrà certamente prendersi carico di trovare una soluzione tecnica per risolvere questo problema di conflitto con il Codice della Strada, o dovrà portarlo in Italia come scooter elettrico, ed è difficile che le caratteristiche (soprattutto di velocità) che lo contraddistinguono ne facciano un progetto appetibile in questo senso.

5 commenti su “Xiaomi Ninebot C30: arriverà in Italia?”

  1. Secondo me lo vedo molto positivo e sicuro, considerando che commercializzano da tempo i monopattini che li vedo molto più pericolosi.

    1. Vero, sarebbe un mezzo interessante. Il problema potrebbe essere che sono dei mezzi non ancora normati dal codice della strada e sono piuttosto strani per il nostro modo di muoverci, ma ad esempio in Cina di questi scooter elettrici se ne trovano tanti (ed essendo silenziosi ogni tanto fanno qualche guaio! :D). Probabilmente a breve arriveremo a una maggiore diffusione di questi motocicli, chissà che proprio Xiaomi non faccia da apripista.

    1. Salve Davide, al momento non c’è una risposta alla tua domanda. Si può comprare lo Xiaomi Ninebot C30… in Cina, perchè in Europa e negli Stati Uniti da quel che sappiamo non c’è l’intenzione di importare questo tipo di veicoli. È forse una questione commerciale, però vista la grande curiosità che c’è per questi mezzi in effetti crediamo che potrebbero fare il botto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *