Vivobike S3 Max e Vivobike S2 Max: le differenze

Vi ho già parlato in una recensione di Vivobike S2 Max: un monopattino elettrico economico ed efficace, per chi non ha troppe esigenze. Esiste però anche la versione S3 Max, e voglio metterle a confronto per capire assieme a voi le differenze.

Oltre alle varie differenze a livello estetico, che sono ben visibili ai più attenti, ci sono anche differenze piuttosto importanti in termini di utilizzo, ed è bene conoscerle e comprenderle per capire se la differenza di prezzo (il Vivobike S3 costa circa 120€ in più sul sito del migliore rivenditore) è giustificata per l’uso che dovete fare di questo monopattino.

Se infatti uno è certamente più potente e adatto a percorrenze leggermente più lunghe, non per questo significa che è intrinsecamente migliore. La cosa più utile da fare è mettere in evidenza le differenze tra Vivobike S3 Max ed S2 Max facendoci attorno qualche considerazione. Cominciamo subito con la più immediata.

Peso e batteria di Vivobike S3 Max

Quando guardiamo bene il Vivobike S3 Max ci rendiamo conto di una semplice cosa: la batteria che lo equipaggia è posizionata in modo diverso rispetto a quella del Vivobike S2, ovvero è a vista sul tubo piantone, e soprattutto è facilmente rimovibile.
Si tratta come nell’altro scooter elettrico di una batteria da 1000mAh, ma qui viene data come in grado di supportare lo scooter per un chilometraggio più elevato: 30-35km invece dei 28-30km che secondo le specifiche riesce a percorrere il Vivobike S2 Max. Una differenza del genere è possibile ma probabilmente è un po’ più ridotta, perché anche il motore è molto simile.
Quello che c’è da dire però è che il posizionamento della batteria la rende molto più comoda e soprattutto aumenta (meglio dire raddoppia) la possibile autonomia: non è una batteria così pesante, e quindi è possibile pensare di comprarne una di scorta al prezzo di circa 70€ per portarsela in uno zainetto e avere quindi molta più tranquillità di non restare a piedi anche su lunghi tragitti.

Un piccolo difetto: la batteria in alto non integrata diminuisce la manovrabilità del mezzo – anche se parliamo di differenze veramente minime – e probabilmente contribuisce in parte ad aumentare il peso del Vivobike S3 Max rispetto all’S2 Max. Quest’ultimo pesa infatti circa 13,5kg in ordine di marcia, mentre l’S3 Max pesa 15kg; tenete in considerazione questo aspetto se avete bisogno di un mezzo più facile da portare in spalla o semplicemente da caricare sui mezzi di trasporto pubblici.

Costruzione migliorata

In linea di massima poi questi due monopattini sono molto simili, ed è possibile vederlo da questo semplice collage:

A sinistra il Vivobike S3 Max, a destra l’S2 Max. La forma è quella classica dei piccoli monopattini elettrici che hanno preso ispirazione dai vari Xiaomi, e in effetti si potrebbe pensare che siano identici, ma non è proprio così.
La costruzione del Vivobike S3 Max è molto più accurata, e lo capiamo da dettagli abbastanza evidenti.

Innanzitutto i materiali, che risultano più solidi: guardate il tubo piantone come è a sezione più larga e con una sagomatura che dà l’idea di essere più rinforzata. Non è solo un’idea, è proprio più solido anche alla guida, e trasmette meno le vibrazioni.
Altro punto in cui si capisce l’accuratezza della costruzione è l’inserzione da tubo piantone a pedana: nell’S2 Max non è curva come nell’S3 Max, altro punto in cui c’è differenza di resistenza alle vibrazioni.

Infine un’altra differenza, forse la più importante tra i due: l’S3 Max è un monopattino elettrico che ha una buona resistenza all’acqua. Questo significa che il produttore vi garantisce che non ci saranno problemi a usarlo anche per periodi piuttosto prolungati sotto una pioggia non troppo intensa. Ovviamente se ci entrate completamente in una pozzanghera non c’è garanzia che tenga, ma il fatto di avere la batteria posizionata in alto non è una cattiva cosa.


In definitiva, ci sono alcune differenze importanti tra Vivobike S3 Max e Vivobike S2 Max, ma non è detto che dobbiate spendere per forza di più per prendere il migliore tra i due: conosco varie persone che per i loro brevi tragitti casa-lavoro usano un S2 Max e ci si trovano bene.

Vi consiglio in ogni caso di prendere uno dei due da qui, perché è il miglior rivenditore al momento disponibile per questo tipo di monopattino, e consente anche la possibilità di restituirli entro un anno se avete la tessera fedeltà gratuita e li tenete bene: è un buon modo per capire se fanno per voi.