Saint-Gobain e Addionics collaborano a una nuova generazione di batterie

Saint-Gobain e Addionics hanno annunciato la loro nuova alleanza volta a sviluppare batterie agli ioni di litio con elettrolita solido a base di alogenuro di litio che includerà elettrodi costituiti da nuovi componenti riuniti in una struttura tridimensionale. Il risultato dovrebbe essere un miglioramento significativo delle prestazioni delle batterie dei veicoli elettrici, con aumento contemporaneo di capacità di ricarica rapida. Il processo produttivo dovrebbe inoltre ridurre i costi anche per il consumatore finale.

Le due aziende collaborano nell’ambito di un accordo tra il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, il Ministero dell’Energia di Israele e la Fondazione BIRD. In questo progetto le due realtà collaboreranno portando ciascuna le proprie migliori capacità: Saint-Gobain in quanto leader nei materiali ad alta tecnologia a livello mondiale, Addionics per la sua competenza nel disegno in tre dimensioni.

Gli elettroliti solidi sviluppati da Saint-Gobain si sono già dimostrati in grado di permettere un’alta conducibilità, e dovrebbero permettere un uso più sicuro delle batterie in cui sono alloggiati perché eviteranno scompensi termici tra i componenti.
La struttura tridimensionale sviluppata da Addionics invece dovrebbe migliorare le cose in termini di stabilità della batteria (per la stabilità meccanica della stessa grazie al miglior controllo dei problemi di rigonfiamento) e di materiale attivo all’interno, con conseguente aumento della quantità di energia per volume.

Questo video mostra alcuni dei concetti interni a questa nuova tecnologia ad elettrodi 3D:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *