Repsol inaugura il primo punto di ricarica ultraveloce della penisola Iberica

La stazione di servizio Repsol di Lopidana, villaggio nei pressi di Álava, è la prima in tutta la penisola a ospitare un sistema di questo tipo, che consente la ricarica in cinque-dieci minuti a tutti i veicoli che riescono a sopportarne la potenza.

L’area di Lopidana, dove si trova il primo caricatore ultraveloce per veicoli elettrici di Spagna e Portogallo

La potenza erogata dal sistema è al massimo di 700kW, e questo significa che si possono caricare contemporaneamente quattro veicoli (175kW l’uno) o due veicoli a 350kW l’uno.
Questo passo è molto interessante sia perchè comincia ad offrire agli automobilisti tempi di ricarica quasi paragonabili a quelli di un classico rifornimento a benzina, sia perchè è operato da Repsol, un’azienda distributrice di carburanti che ha una rete capillare in Spagna e Portogallo e che evidentemente sta andando a tutta forza in direzione di una transizione. Non è che un primo passo, certamente, ma è anche un segnale importante per tutti gli altri operatori del mercato.

Repsol ha intenzione di costruire altri impianti del genere, 4 nel 2019, con connettori di ricarica standard Combo CCS (fino a 350 kW) e CHadeMO (fino a 100 kW) per andare incontro agli standard più presenti sul mercato.

Giusto per dare un’idea, i tempi di ricarica per un veicolo con batteria da 40kWh sono di 5-10 minuti, con carica all’80% che garantisce un’autonomia fino a 270km. Un normale punto di ricarica considerato veloce, che carica a 50kW, impiega 30 minuti circa per ottenere lo stesso risultato, mentre per un punto di ricarica semi-veloce i tempi di ricarica salgono a un’ora e mezza.

Un’immagine del primo punto di ricarica ultraveloce in Spagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *