Recensione Lexgo R9 Lite: quello che devi sapere

Volete un monopattino elettrico economico, con caratteristiche all’apparenza interessanti, e senza troppe pretese: avete adocchiato il Lexgo R9 lite e non sapete cosa pensarne. Beh, dovete pensarne bene!

Sì, perché questo monopattino elettrico è sì economico, ma da ogni euro speso spremerete buona qualità e funzionalità. Certo, a patto di qualche rinuncia che però per molti non lo è veramente. Se infatti dovete fare un uso cittadino del monopattino, per distanze brevi e senza pretese di velocità, il Lexgo R9 Lite è una buona idea. Come si dice, “poca spesa e tanta resa”, e non è detto che dobbiate puntare a qualcosa di più a tutti i costi.

Vediamo perché analizzando pro e contro del mezzo nella nostra recensione del Lexgo R9 Lite.

Il Lexgo R9 Lite da chiuso

Lexgo R9 Lite: caratteristiche tecniche

Il Lexgo R9 Lite è un monopattino che sicuramente vi risulterà familiare: riprende infatti le linee di tanti monopattini elettrici economici, come ad esempio lo Xiaomi Mi (questo modello in particolare) che è leggermente meglio rifinito ma a livello di contenuti tecnici è inferiore e soprattutto costa di pù. Se guardate a questo monopattino con curiosità state probabilmente cercando un monopattino economico, quindi questo è un parametro da tenere in considerazione.

Come dicevamo, le geometrie sono abbastanza classiche, e il tubo dello sterzo si innesta sulla piattaforma tramite un tubo corto in diagonale, cosa che aiuta ad attutire i colpi dell’asfalto. Le ruote sono leggermente piccole, da 8.5 pollici, e non particolarmente ampie, ma nonostante questo grazie a una buona scanalatura e alla mescola del pneumatico non sono per nulla scomode.

La batteria da 6A alimenta il motore da 350W, e fate attenzione, questo è il primo aspetto interessante da evidenziare perché su un monopattino di questo costo non è cosa così comune da trovare, e il tutto si riflette su un’ottima capacità di resistere anche a pendenze importanti. Se non pesate più di 80kg (la portata massima è di 120kg) potrete percorrere salite anche al 15% senza grosse difficoltà, e considerato che questo è un monopattino che immaginiamo sarà usato soprattutto in città non è niente male.
Ottima anche l’autonomia: ci si può spingere a 15-18km con una sola ricarica senza grossi sacrifici in termini di velocità.
La batteria inserita nella base del monopattino è sintomo di buona stabilità.

Secondo aspetto che è giusto evidenziare nella recensione del Lexgo R9 Lite è la presenza del freno a disco posteriore. La tecnologia del freno a disco è presente da qualche anno anche sulle biciclette, e rispetto ai classici freni a pattino i freni a disco sono più pronti ed efficaci anche in condizioni di tempo piovoso (a proposito: leggete i nostri suggerimenti sull’uso del monopattino con la pioggia). Nel caso di un monopattino ovviamente il disco è di dimensioni ridotte, ma è un buon aiuto e funziona bene rispetto al classico freno “a striscio” dei monopattini elettrici economici.
Sul Lexgo R9 Lite il freno a disco è di tipo meccanico, quindi la leva sul manubrio tira un cavo che stringe la pastiglia a contatto con il disco: è un meccanismo più semplice rispetto a quello dei freni a disco idraulici (e per questo più economico), ma la manutenzione e le regolazioni sono decisamente più semplici.

Il Lexgo R9 Lite funziona con tre modalità diverse, selezionabili da display: la prima è quella a risparmio energetico, per le zone in cui si possono raggiungere velocità al massimo di 6km/h e per andare più lontano. C’è poi la modalità intermedia a 20km/h e infine la modalità Sport che permette di raggiungere la velocità massima consentita dalla legge di 25km/h. Se però siete a corto di energia e la batteria non ce la fa più, c’è un’autolimitazione e si riesce ad arrivare al massimo a 23km/h.

Lexgo R9 Lite: usabilità

In poche parole, questo è un monopattino elettrico economico da città. Non aspettatevi grandi prestazioni, stabilità estrema o capacità di resistere alle buche troppo grosse. È un mezzo che va bene per piccoli spostamenti (fino a 10km ci si va tranquillamente) e se gli si deve trovare un difetto – rapportato al suo prezzo e all’uso previsto – è che forse si poteva fare qualcosa di più sulle ruote e relativi copertoni. Quest’ultimi sono abbastanza buoni, hanno un discreto grip, ma se fossero leggermente più ampi ci si troverebbe più sicuri nell’uso; le ruote invece con il loro diametro di 8,5 pollici sono poco generose anche se una dimensione così ridotta rende il monopattino più scattante.

Il display è semplice e lineare, ma anche per questo efficace: la velocità è sempre visibile, così come è visibile il livello di carica grazie al Led a 4 punti che si trova sulla parte bassa del display, proprio sopra il piantone. Appena sotto il pulsante che regola i livelli di velocità di cui dicevamo sopra e l’accensione della luce a led anteriore (si accende premendo due volte in rapida sequenza il bottone).
A sinistra sul manubrio troviamo il freno che ha una buona gradualità ma se pinzato con forza permette di fermarsi abbastanza velocemente. Sulla destra invece la leva dell’acceleratore è la ormai classica manetta che ruota sull’asse del manubrio e permette un controllo abbastanza preciso.

In conclusione

Come detto se non avete troppe pretese questo monopattino elettrico è un ottimo affare. La possibilità di acquistarlo su Amazon lo rende molto interessante perché, nel caso aveste condizioni particolari di utilizzo come salite con pendenze elevate, potete provarlo e nel caso restituirlo. Se invece dovete usarlo in città, per spostamenti fino a 10km e su leggeri saliscendi o solo in piano, è sicuramente un buonissimo acquisto e non avrete bisogno di altro.