In California sarà guerra ai tagliaerba a scoppio

Non è solo un problema di rumori alla domenica mattina, ma anche di emissioni nocive soprattutto per gli utilizzatori più frequenti, i giardinieri.

È per questo che la California, stato da sempre all’avanguardia nell’adozione di nuove tecnologie e nella salvaguardia dei consumatori, ha visto firmare dal suo governatore una delibera che impegna lo stato a dare dal 2024 un taglio alla vendita di tagliaerba a benzina: da quella data saranno solo elettrici i nuovi rasaerba disponibili nei negozi.

Emissioni molto elevate

Uno studio fatto effettuare dall’Air Resources Board ha dato risultati sorprendenti e preoccupanti, che hanno spinto a prendere una decisione così drastica: in sostanza le emissioni di un normale tagliaerba a scoppio in funzione per un’ora sono pari a quelle di un’auto che percorre circa 480km in autostrada. Ma le cose vanno addirittura peggio nel caso dei soffiatori: un’ora di uso equivale all’emissione di un viaggio in auto di quasi 1800km…
Di che emissioni stiamo parlando? Di quelli che in California si chiamano ROG (Reactive Organic Gases) quindi composti organici reattivi che spaziano dagli idrocarburi agli ossidi di azoto e che possono avere effetti molto nocivi sulla salute umana, e in particolare su quella di chi ogni giorno lavora con queste apparecchiature.

Un’equivalenza incredibile: sopra un tagliaerba a scoppio, sotto un aspirafoglie sempre a benzina

Lo studio non mette in evidenza solo i danni causati dai tagliaerba, ma prende in considerazione anche i generatori di elettricità che negli ultimi anni in California sono stati tristemente protagonisti, nelle situazioni di emergenza che hanno visto varie zone dello stato flagellate da incendi che hanno interrotto le normali attività per settimane.

Per i generatori alimentati a benzina bisognerà aspettare sicuramente di più, fino al 2028, e non è detto che la delibera sui tagliaerba non veda qualche opposizione. Certo è impressionante sapere, per fornire un ultimo dato, che ci sono 16 milioni 700000 apparecchi con motori di questo tipo nella sola California, e silenziarli – o quanto meno aiutare nella loro graduale sostituzione, come vuole fare lo stato con un fondo da 300 milioni di $ – sarà un bene per l’aria che respirano i cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *